• Pubblicata il:
  • Autore: Piero Segafredo
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: Piero Segafredo
  • Categoria: Racconti etero

Quella gioielliera ninfomane

Ero andato in gioielleria per far cambiare il cinturino di un orologio particolare che mi avevano regalato tempo fa, appena entrato mi aveva accolto una bellissima ragazza dai lunghi capelli biondi, fisicamente magra ma con tutte le curve al suo posto.... Avevo già comprato altre cose in quel negozio, eravamo solo io e lei, io al momento oltre a rifarmi gli occhi con quella visione angelica non avrei mai pensato di fare del sesso con lei; propio mentre mi stava facendo vedere i vari cinturini che si potevano montare parlavamo di del più e del meno, avevo notato che quella ragazza aveva voglia di parlare, o perchè quella mattina si era svegliata così o perchè mi voleva attaccare pezza, io nel dubbio tra un discorso e l'altro gli dissi che se mi teneva ancora li gli avrei chiesto il numero di telefono.... lei senza neanche pensarci mi rispose che avrebbe voluto fare di meglio.... Sbalordito e incuriosito volevo assolutamente sapere come, alla mia domanda la risposta era che voleva avermi sotto dalla cassa e trascorrere un po di tempo con la mia testa tra le cosce, la proposta più sexy e trasgressiva che mi abbiano mai fatto; pochi minuti ed ero in ginocchio davanti a lei ad istigarla, aveva una minigonna corta e un paio di collant aperti davanti e dietro.... avevo iniziato ad andare propio in quella gioiellerie perchè dei miei amici mi dicevano che la ragazza era una ninfomane, anche se da vederla non sembrava, ma effettivamente una che dopo due battute ti chiede di leccargliela può solo essere una grandissima maiala!!! La cosa molto positiva era che la porta del negozio si apriva solo con il tiro dalla cassa e che il cartello elettronico alla porta che diceva se era aperto o chiuso so comandava sempre da quella postazione... avevamo tutto il tempo che desideravamo, potevamo fare tutto con molta calma, ma dopo alcuni momenti di passione pura dove lei mi teneva la testa contro la sua patata con forza eravamo sfociati nel porno, non riuscivo più a trattenermi, lei mi chiedeva ripetutamente di scoparla, quindi non potevo che darglielo tutto, la scopata più trasgressiva e selvaggia che abbia mai fatto..... Da quel giorno sono diventato un cliente dei più fedeli.....

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!