• Pubblicata il:
  • Autore: LINDA 3991
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: LINDA 3991
  • Categoria: Racconti orge

ORGIA ANTI DEPRESSIONE – parte due – Senigallia (AN)

Quando Pam è entrata, sembrava invecchiata di 10 anni in 10 giorni. Il viso stanco, le occhiaie scavate, i capelli sporchi. Persino le sue tettone ed il suo culo apparivano dimagriti e sofferenti. - Scusa Linda, sono arrivata un po' prima. Spero di non aver disturbato... - Ma figurati! Riicky è in bagno, che ne dici di bere qualcosa e poi andarcene tutti e tre a ingozzarci - Per me va bene tutto, so di essere il terzo incomodo, ma proprio non ce la facevo più a stare da sola... - Ma quale terzo incomodo! Se non ci si aiuta fra amiche... e poi ho anche le mestruazioni, perciò non farti scrupoli... In quel momento, dal corridoio è sbucato Ricky, bello come il sole, che si è precipitato a salutarla baciandola sulle guance. - Ciao Pamela, è un piacere rivederti. Peccato che per te sia un brutto momento, però pensa positivo. Sei una discreta fi... ragazza vedrai che prima o poi qualcuno lo trovi! Con la sensibilità di un elefante, il cafone microcefalo aveva già rovinato l'atmosfera. Ho preso dalla cucina una bottiglia di sambuca (come mi piace la sambuca!) e ho subito cercato di rimediare. Uno, due, tre bicchieri a testa parlando di cazzate... ed il mondo ha cambiato colore. Come molte donne sanno, i palestrati, oltre che deficienti, spesso sono anche astemi perchè l'alcol fa ingrassare. Ricky non era da meno ed era già mezzo ubriaco così, da bravo narcisista imbecille, ha avuto la brillante idea di spogliarsi facendo uno strip al ritmo di “You are beautiful” di Cristina Aguilera, rimanendo nudo sul pavimento della stanza. Anche Pam era in stato di ebbrezza e rideva, rideva come una pazza. Solo io stavo ancora sobria, ma non sapevo se interrompere l'idillio ed andare a cena o no. Siccome avrei dovuto guidare io, ho deciso di aspettare e di regalare a Pam un po' di sesso terapeutico. Baciandola con delicatezza, le ho tolto i vestiti e le ho accarezzato la clitoride. Le ho fatto divaricare le gambe e poi ho chiamato Ricky a fare tutto il resto. Il caprone non si è fatto pregare e si è esibito in un robusto cunnilingus alla “discreta figa” che giaceva sul divano con le cosce spalancate, gemendo e godendo ad ogni tocco della bocca del mio ragazzo CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!