Mia cugina

Pomeriggio di una torrida estate, decido di recarmi dalla mia splendida cugina Michela per una visita di cortesia. Il caso volle che ci incontrammo proprio davanti all'entrata del suo appartamento dato che già a 23 anni vive sola, lei stava tornando dal jogging. Entrammo baci e abbracci, quattro chiacchiere, poi lei mi disse che ha bisogno di una doccia e guardandomi un po' sudaticcio faceva molto caldo, mi chiese se la volevo fare pure io, ed accettai. Entrammo in bagno ci spoglimmo velocemente ed eravamo entrambi nudi sotto un bel getto d'acqua tiepida, io involontariamente davanti al suo corpo perfetto ebbi un'erezione, lei se ne accorse e sorrise, e dopo un'istante mi trovai le sue mani sullo scroto che mi palpavano i testicoli, aveva un modo particolare di farlo, nei diversi punti aumentava la pressione e guardava attentamente le mie reazioni, come se stesse studiando. Poi mi disse aumento il calore dell'acqua li adoro completamente scesi nello scroto. Concluse la conversazione chiedendomi da quanto tempo non ero venuto, risposi sette giorni, lei replicò fantastico. Finita la doccia mi disse di attenderla nudo, tornò dopo 20 minuti, era uno spettacolo sembrava un'amazzone, viso truccato che la rendeva molto provocante ed indossava solo delle stupende autoreggenti. Io ebbi subito un'altra imperiosa erezione, lei mi guardo sorrise e disse lui mi serve alto, sfilò la cintura di un'accappatoio appeso mi alzò il pene completamente e lo legò con la cintura aderente al ventre. Disse ok tutto perfetto, e mi chiese di divaricare le gambe, lei mi si avvicinò e mi disse di non staccare i miei occhi dai suoi, mi appoggiò le braccia sulle spalle, nel frattempo aveva inserito la sua gamba destra in mezzo alle mie e sentivo la punta ossuta del suo ginocchio soppesarmi i testicoli, all'improvviso fece scendere la gamba e poi l'alzo' con violenza, una ginocchiata devastante mi aveva colpito entrambi i testicoli in maniera perfetta schiacciati contro l'osso pubico Mi accasciai a terra velocemente il dolore più forte che avessi mai provato mi salì dal ventre, ai reni, fino a togliermi la capacità di parlare e quasi non riuscivo più a respirare. Lei rideva e parlava della superiorità del sesso femminile e che se una donna come lei sa' colpire bene ai testicoli non deve avere paura di nessun uomo Che i testicoli si trovano in un punto ideale per essere colpiti: calci, ginocchiate, gomitate, pugni, schiacciati con le mani ecc. Poi aggiunse anche che li preferisce pieni di sperma, fanno più male. Ripresomi dopo 30 minuti le chiesi perché aveva fatto questo, lei mi rispose mi piace colpire uomini ai testicoli è la prima cosa che faccio è il mio istinto maturato sin dell'adolescenza, sai ho schiacciato i testicoli a tantissimi uomini, e nessuno ha mai resistito, con te ho usato il ginocchio la maniera più sensuale e dolorosa, poi sentirli schiacciarsi sulla punta del mio ginocchio mi eccita, mi prese la mano e me la mise fra le sue gambe, era un lago.

Vota la storia:




22/08/2016 16:06

bixi

CHE belle fantasie ...... come si chiama il sito porno dove hai visto questo film?

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!