Marcocuck

MI chiamo Marco ed oggi ho una cinquantina di anni.Non sono uno scrittore ma voglio raccontare la mia vera storia di come da normale ragazzo sono diventato una schiava femminuccia cornuta.
Da sempre mi sono piaciute le ragazze,anche se qualche volta ho frequentato dei trans sempre in modo passivo.Non ho mai dato peso d queste situazioni, fino a quando intorno ai trent’anni mi è venuta voglia di rispondere ad un annuncio di una coppia Padrona.
Ho risposto al fermo posta e dopo qualche settimana sono andato a vedere se avevano risposto.In effetti ho ritirato una loro lettera con solo un numero di telefono e dei nomi Franca e Nilo.
Dopo vari tentativi sono riuscito a convincerli a fissare un incontro a casa loro in un paese a una cinquantina di kilometri da casa mia.Quella mattina ero eccitatissimo ma anche impaurito chi avrei conosciuto cosa mi avrebbero fatto ?ero pronto per una esperienza che non avevo mai fatto ? Mi ricevettero tutti e due insieme, Lei piccolina con capelli nerissimi lunghi fino alla vita Lui alto bel viso rotondo,una bella coppia.(meno male dissi fra me) subito dopo le solite presentazioni e convenevoli, Franca che era quella che dirigeva e comandava, mi disse in modo perentorio di spogliarmi che voleva vedere come ero fatto, e di mettermi in ginocchio.mentre eseguivo gli ordini Nilo mi metteva al collo un collare con un guinzaglio, così in quello stato mi fecero andare a quattro zampe fino in camera da letto.
Con voce dura mi fu ordinato di mettermi a pecora sul letto e di tenere le gambe ben larghe, subito mi cominciarono ad arrivare colpi di frusta sul sedere e sulle gambe molto dolorosi, comunque resistetti con sofferenza e riuscii a mantenere la posizione,le frustate arrivavano sia da Lei che da Lui e nel frattempo si erano spogliati nudi entrambi.
Franca disse,bene Marco adesso leccami bene la fica e il buco del culo,voglio sentire la tua lingua che entra bene dentro e che mi faccia godere.Iniziai così a leccare quella fica pelosa e nera calda e sensuale, leccavo con vera passione e devozione al tempo stesso vedevo Nilo che si era steso accanto a noi e si stata toccando il suo bel cazzo .Poco dopo Franca si alzò e andò a posizionarsi sopra il membro del marito per cavalcarlo.Marco tu continua a leccare mentre noi scopiamo,lecca tutto cazzo e fica,vogliamo sentire la tua lingua che entra dentro insieme al cazzo .Dai forza lecca bene schiavo, lecca lecca.
Non avevo mai leccato un cazzo mentre scopava, fu una sensazione stupenda lo sentivo mentre entrava e usciva e sentivo i gemiti di piacere di entrambi,stavo facendo del mio meglio.......Senza accorgermene inizia anche a toccare accarezzare le palle di Nilo che mi sembrò apprezzare molto.All improvviso arrivarono entrambi al godimento, e sulla mia lingue arrivarono sia gli umori di Franca che lo sperma di Nilo,oramai preso dall eccitazione non ci feci gran caso e continuai a leccare fino a quando Franca con una mano non mi allontanò.
Senza neanche curarsi di me, si alzarono dal letto e mi dissero di andare a rivestirmi.Io avevo il cazzo duro ed ero eccitatissimo ma ubbidiente feci come mi era stato ordinato.
Sulla porta di casa mentre stavo per andare via ,Franca mi disse, ci sei piaciuto ti aspettiamo la prossima settimana stesso giorno stessa ora.
Passai la settimana in estasi e eccitazione continua al pensiero di rivederli ma sopratutto al fatto che ero piaciuto.
Finalmente arrivò il giorno del secondo incontro e puntuale suonai alla porta.Mi venne ad aprire Nilo in accappatoio e ciabatte e mi prese per mano portandomi subito in camera, dove Franca era già sul letto completamente nuda.
Schiavo spogliati e vieni qui vicino a me, disse subito con quella sua voce autoritaria, mi stesi accanto a lei e iniziainsubito a leccarla visto che aveva subito indirizzato la mia testa verso la sua fica,intanto anche Nilo si era steso fra me e lei è iniziava a toccarmi il culo con le dita che giocavano con il mio buchino.Questo mi mandò subito in estasi e iniziai a godere, al che Lui continuò con maggior impegno infilando una ,due dita dentro di me.
Franca, sentendo che ero eccitato cominciò a sussurrare a Nilo, telo avevo detto che questo schiavo era un frogetto ora è tutto a tua disposizione. Marco lasciati andare ,fai vedere quanto sei femminuccia, hai bisogno di un uomo che ti prenda. Dillo che vuoi chi Nilo ti prenda.
Nilo venne sopra di me e iniziò a baciarmi sulla bocca,io non me lo aspettavo non volevo,non ero pronto per baciare un uomo,ma ero in mezzo fra Franca che mi teneva fermo e Nilo sopra di me che con la lingua cercava di entrare nella mia bocca .Dopo vari tentativi non riusciti Nilo mi prese le palle in mano e iniziò a strizzarle fu così che aprii la bocca e feci entrare la lingua di un uomo , mi baciò e lecco per tantissimo tempo, dopo i primi attimi di schifo e di terrore però la cosa cominciò a piacermi e anche io iniziai a controcambiare , il tutto mentre Franca stava spargendo crema sul e nel mio buchino per prepararlo .
Finalmente Nilo si staccò dalla mia bocca e mi sollevò le gambe al petto e iniziò ad infilare il suo cazzo duro nel mio culo.
Era tanto tempo che non lo prendevo e all’inizio mi fece molto male, ma si vedeva che era esperto e con dolcezza mi prese lo infilo tutto dentro iniziando a pompare sempre più forte dando colpi decisi che in breve mi Fecero godere e venire sulla mia pancia .Anche Nilo godette direttamente dentro di me , era la prima volta che sentivo uno schizzo caldo dentro il culo e devo dire che mi piacque molto. Come sempre tutti e due si alzarono e mi lasciarono li sul letto tutto sporco di saliva e sperma. Andai in bagno per ripulirmi e poi trovai entrambi in cucina seduti al tavolino che parlavano fra loro come se niente fosse accaduto.Franca mi disse Marco se vuoi tornare sappi che sarai la puttana di Nilo, quindi sai cosa ti aspetta, se vuoi tornare prossima settimana stesso giorno stesso orario.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!