• Pubblicata il:
  • Autore: Larissa
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: Larissa
  • Categoria: Racconti etero

Il buongiorno perfetto

Stamattina sono stata svegliata dal mio uomo nel miglior modo possibile, viviamo insieme a Ravenna da qualche mese e stamattina è stata la prima volta che mi sveglia in questo modo... ora vi racconto com'è andata...
Noi dormiamo sempre nudi e la mattina lui va al lavoro prima di me, perciò si sveglia prima, cosi stamattina lui si sveglia e mi viene vicino, mi da un bacino come tutte le mattina e poi si alza, va in bagno fa colazione ecc... io invece torno a dormire, qualche minuto dopo lui entra in camera nuovamente, di solito mi dava l'ultimo bacino e andava via, mentre stamattina no... io dormivo a pancia in giù, mi ero messa tra le gambe un cucino quindi avevo il culetto rialzato leggermente, lui entrando in camera mi vede in quella posizione e non ci pensa due volte, si inchina davanti il mio culetto e con la lingua partendo dal basso mi lecca il clitoride e risale pian piano... ahhhh mi sono svegliata, la sua lingua era calda e vellutata, morbida... sorrido e ansimo. Lui mi apre il culetto ammirando la mia figa che era già bagnata e si stava gonfiando, sono una donna molto vogliosa e lui riesce ad eccitarmi anche solo standomi vicina... Lui continua a leccare, lentamente, delicatamente.... mi stuzzica ed io ah io imploro... SCOPAMI!!! Cosi lui apre la cerniera e tira fuori il suo cazzo, era cosi duro... mi sfiora il clito con la sua cappella, poi pian piano me lo fa scivolare dentro, lo sento tutto, ogni vena, ogni centimetro, era gonfio e duro come il marmo! Ahhhh siiii, imploro ancora: SCOPAMI! SCOPAMI! SCOPAMI! Cosi lui mi spingi il culetto verso il basso e inizia a scoparmi con violenza, mi penetra con tanta forza ma lentamente, me lo sbatteva dentro in modo deciso e lo sfilava pian piano, poi ancora, ancora e ancora...! Cazzo avevo la figa che pulsava, ero ancora un po' addormentata perciò ogni mio senso era concentrato sul suo cazzo che mi penetrava, inizia ad accelerare il movimento, più forte e più rapido, inizio ad urlare con la faccia contro il cucino, soffocando il mio desiderio, ecco però che mi prende le braccia le usa come leva e mi scopa come non mai! Non resisto e stringo la figa stavo per venire, trattengo il respiro e le urla, mi concentro soltanto sul suo cazzo dentro di me... era sempre più gonfio e pulsava sempre di più... cosi veniamo insieme... Lui mi riempie tutta ed io ahhh bagno tutto il letto, mi aveva fatto squirtare... Mi saluta con un bacino, si chiude la cerniera e se ne va al lavoro, mentre io resto a letto esausta ma rilassata, mi riaddormento ripassando nella mia testa ogni momento di quel buongiorno meraviglioso...

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!